Assolto in appello detenuto che disse a poliziotto penitenziario: “Apri il cancello sbirro di merda”

Avrebbe aggredito un assistente di polizia penitenziaria, durante il periodo di detenzione nel carcere di Crotone, per costringerlo ad aprire il cancello della camera detentiva. In particolare, mentre si trovava nel corridoio, avrebbe scagliato contro di lui vari oggetti urlando: “Apri il cancello, sbirro di merda, carabinieri, che ti spacco il culo. Apri, bastardo e figlio di puttana”.

In primo grado il Tribunale di Crotone l’aveva condannato a 6 mesi. Difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo, al termine del processo di secondo grado, l’imputato è stato però assolto.

Domenico Piccolo è figlio di Roberto Piccolo, ritenuto vicino al clan Mancuso. Domenico Piccolo insieme al fratello Salvatore si trova sotto processo per altra vicenda giudiziaria che l’ha già visto condannato dal Tribunale di Vibo nel 2019 per ricettazione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi e munizioni.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!