Tragedia a Milano: un poliziotto si toglie la vita

Una tragedia ha sconvolto Milano stamattina: un Assistente Capo della Polizia in servizio a Linate, ha deciso di porre fine alla sua vita. Non sono ancora noti i motivi della sua scelta estrema. Un tragico e irreparabile evento che ha gettato tutti nello sconforto e nel cordoglio. Ancora non è dato sapere quali siano state le motivazioni che hanno spinto quest’uomo a compiere un gesto così estremo, ma quello che possiamo affermare con certezza è che la famiglia e l’intera comunità si trovano ad affrontare un momento di grande dolore.

L’importanza della prevenzione e il supporto psicologico

Il suicidio tra gli appartenenti alle Forze di Polizia è una vera e propria emergenza, una condotta distruttiva che denota la profonda sofferenza di chi ha deciso di intraprenderla. Si tratta di un grido d’aiuto, di un desiderio disperato di dignità in un essere umano che sceglie il suicidio come ultima via per liberarsi da situazioni all’apparenza insostenibili. Purtroppo questo porta a conseguenze devastanti non solo per lui ma anche per i familiari ed amici più vicini. Per questo motivo è sempre più importante prendere in considerazione il problema del disagio personale e offrire supporto nella misura necessaria: attraverso terapie individuali, supporto psicologico o altri tipi di servizi dedicati. Solo così si può creare davvero la consapevolezza necessaria per affrontare al meglio le difficoltà della vita quotidiana e riuscire a risolverle prima che diventino insostenibili.

Al costo di meno di un caffè al mese potrai leggere le nostre notizie senza gli spazi pubblicitari ed accedere a contenuti premium riservati agli abbonati – CLICCA QUI PER ABBONARTI

error: ll Contenuto è protetto