SPUTA CONTRO POLIZIOTTO E IL GIUDICE LO ASSOLVE: “GESTO TENUE”

Il giudice ha stabilito che a causa della “particolare tenuità del gesto” il giovane processato per oltraggio a pubblico ufficiale può essere assolto dopo aver sputato in faccia ad un poliziotto. Come riporta Milano Today, un giudice avrebbe assolto un ragazzo che durante una manifestazione a Milano aveva sputato in faccia ad un poliziotto.

Erano cinque ragazzi, antagonisti, che nel 2016, durante una manifestazione, avevano danneggiato le bandiere del Pd. Sono stati tutti e cinque assolti, in particolare fa discutere l’assoluzione di uno dei cinque che avrebbe sputato contro un agente che era lì per controllare che la manifestazione si svolgesse in maniera pacifica.

Ecco quanto scrive il sindacato di Polizia Sap: “E’ stato assolto dopo aver sputato contro un poliziotto, durante una manifestazione, poiché il suo gesto dal giudice è stato ritenuto “tenue”. Ancora una volta ci sentiamo in dovere di esprimere la nostra amarezza per eventi di questo tipo, intervenendo nel merito ed esprimendo la nostra indignazione sui nostri canali web e social, affinché episodi del genere abbiano la giusta rilevanza. Non si può certamente sminuire in questo modo il prezioso lavoro di un operatore di Polizia. Come Sap, ancora una volta, non siamo rimasti a guardare. Questa è l’ennesima occasione per urlare ancora di più, a gran voce, la necessità di nuove garanzie funzionali per i colleghi operativi su strada. Tra le tante proposte del Sap, vi è anche quella di un inasprimento delle pene per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.”