Sperona 15 auto e punta arma da guerra verso carabiniere, bloccato e arrestato

Prima ha minacciato gli automobilisti a un distributore di benzina vicino a Meina (Novara), poi è salito in auto percorrendo verso nord la statale che corre lungo il lago Maggiore. Una corsa nella quale ha speronato una quindicina di vetture, finché si è fermato dai carabinieri di Stresa (Verbano-Cusio-Ossola), ha puntato verso di loro un’arma da guerra, non riuscendo però ad armare il fucile e venendo quindi bloccato e arrestato.

Protagonista della vicenda, avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri tra le 18.45 circa e le 19.30, un uomo di nazionalità svizzera, classe 1991, pluripregiudicato e estremista di destra, secondo gli investigatori, visto il materiale rinvenuto a bordo dell’auto su cui viaggiava, una Volkswagen con targa elvetica risultata rubata. Nella vettura c’erano una bandiera con la svastica e i simboli dell’aquila e del teschio.

L’uomo attualmente è piantonato in ospedale, dove è stato trasportato per via delle contusioni riportate negli speronamenti avvenuti durante la corsa in auto. Altre quattro persone, colpite dall’auto guidata dal 31enne, sono state portate all’ospedale di Verbania in condizioni non gravi.

error: ll Contenuto è protetto