PRESIDENTE COMMISSIONE DIFESA: STRALCIO DELLA RAPPRESENTANZA MILITARE DALLA LEGGE DI STABILITA’

 “Prendo atto con soddisfazione dello
stralcio delle disposizioni in materia di rappresentanza militare dal disegno
di legge di stabilita’ per il 2015″.

Lo ha dichiarato il presidente della
Commissione difesa della Camera Elio Vito, commentando gli stralci disposti
oggi dalla presidente della Camera, anche alla luce del parere reso nel
pomeriggio dalla Commissione bilancio. Vito ha ricordato che “gia’ il 21
ottobre scorso – dopo aver verificato che questo era anche l’intendimento
dell’ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi della
Commissione – avevo scritto alla presidente della Camera per richiamare la sua
attenzione sul fatto che le disposizioni sulla rappresentanza militare avevano
carattere prettamente ordinamentale ed erano quindi estranee alla legge di
stabilita’”. E “avevo anche evidenziato che l’inserimento di norme sulla
rappresentanza militare nel disegno di legge di stabilita’, cioe’ in un
provvedimento assegnato primariamente alla Commissione bilancio, costituiva un
fatto censurabile sotto il profilo della correttezza dei rapporti istituzionali
tra Governo e Parlamento, dal momento che la Commissione difesa della Camera
sta lavorando a una riforma complessiva di questa materia e che il Governo puo’
quindi presentare le sue proposte in quella sede”. “Le norme sulla
rappresentanza militare oggetto dello stralcio – ha sottolineato Vito –
confluiranno in un autonomo disegno di legge, che la Commissione difesa potra’
discutere insieme con le proposte di legge di iniziativa parlamentare su questa
materia”