Il poliziotto Sergio Di Loreto, ucciso da un colpo al poligono della polizia

Un poliziotto, Sergio Di Loreto, ha perso la vita durante un’esercitazione di tiro al poligono di Soddì, nell’Oristanese, ucciso da un colpo partito accidentalmente dall’arma di un collega. La vittima, di 48 anni , era arrivata in Sardegna da qualche giorno per partecipare a un corso di aggiornamento. Le forze dell’ordine i ndagano per chiarire l’esatta dinamica.

Il proiettile sarebbe partito dalla pistola di un collega, che stava pulendo l’arma al termine dell’esercitazione. Di Loreto, che era assistente capo coordinatore della polizia, è stato subito soccorso dai colleghi e poi trasportato con l’Elisoccorso all’ospedale di Ghilarza, ma purtroppo ogni tentativo di salvargli la vita si è rivelato inutile. E’ stato colpito all’addome.

Il 48enne aveva lavorato al reparto scorte della Questura di Roma e poi a quello del Viminale, per poi tornare ad Agrigento, dove lavorava all’ufficio automezzi della Questura. Lascia una moglie e due figli. “‘Equilibrio e Sicurezza’ si stringe attorno alla famiglia del collega – ha detto il segretario nazionale del sindacato di polizia, Vincenzo Chianese – era un collega scrupoloso, stimato e ben voluto da tutti, un grande professionista”.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!