Poliziotto schiaffeggia uomo agitato in barella. Capo della Polizia: “Fare piena chiarezza, ma non facciamo processi sommari”

Un uomo di 30 anni originario del Marocco è stato schiaffeggiato da un agente di polizia mentre era in barella dopo un soccorso avvenuto giovedì pomeriggio in via Monnet, nelle immediate vicinanze del centro storico di Prato. La notizia è stata diffusa dall’edizione pratese de Il Tirreno, che sul proprio sito mostra un video girato da un passante con il telefono che riprende i momenti dell’episodio.

Per la polizia, riporta sempre il Tirreno, “l’uomo appariva sotto effetto di sostanze psicotrope” e “aveva assunto una condotta aggressiva verso tutti i presenti”, cioè agenti e volontari del 118 che lo hanno avvicinato. I poliziotti, si legge ancora, sono riusciti a “porlo in sicurezza” e a fargli prestare le prime cure.

“Non ho ancora visto quel video, tuttavia fin da ora censuro ogni comportamento abnorme da parte di agenti in divisa e chi sbaglia deve sempre pagare, tuttavia invito tutti a evitare processi sommari e a capire bene come si sono svolti i fatti”. Lo ha detto il capo della polizia Franco Gabrielli.
“Talvolta – ha precisato Gabrielli – estrapolare qualche frame di un video può dare adito a una ricostruzione inesatta dell’accaduto. Pertanto, in attesa che si facciano tutti i doverosi accertamenti del caso e piena chiarezza, invito a non fare processi sommari e se poi risulterà che qualcuno ha sbagliato è giusto che paghi. Anche perché dico sempre ai miei uomini che, per rivendicare che siamo gli unici legittimati a poter ricorrere all’uso della forza, dobbiamo farlo rispettando sempre le regole”.