“PERCHE’ QUANDO UN UFFICIALE DEI CARABINIERI E’ AMATO DAL POPOLO, NON E’ AMATO DA CHI DOVREBBE SOSTENERLO” LO SFOGO DI RITA DALLA CHIESA

Riportiamo un commento di Rita Dalla Chiesa sul
trasferimento di Ultimo:
“No, non ci sto. Non ci stanno le persone che amano il
colonnello Ultimo per aver arrestato Toto’ Riina. Non ci sto perche’
e’ un ufficiale di strada
, che non ha rapporti con la cosiddetta buona
societa’, ma solo con con chi non ha casa e lavoro, con gli “ultimi”.

Non ci sto perché ha
una casa famiglia che dipende da lui e dai volontari che frequentano la tenuta
“la mistica”.
Non ci sto perche’ non si puo’ isolare
un ufficiale di razza come lui in un ufficio, a scartabellare scartoffie in un
ufficio.

Non ci sto perche’ sono 22 anni che gira con la faccia sempre coperta per non
essere riconosciuto… Per avere servito lo Stato.
Gliel’hanno
giurata, dopo Riina….Non ci sto perche’ toccare qualche potere forte, che
sbaglia, dovrebbe essere un merito, e non un demerito. L’Arma dovrebbe essere
orgogliosa di un uomo che vola più in alto di tanta gente inutile. Tolgono Ultimo e permettono la
santificazione dei Casamonica…..
Chissa’ perche’, ma appena un ufficiale
dei Carabinieri e’ amato dal popolo, automaticamente non viene amato da chi,
invece, dovrebbe sostenerlo. Corsi e ricorsi storici…”