NOVENTA, CARABINIERE CASANOVA: TROPPE DONNE VIENE TRASFERITO

La
sua condotta è moralmente riprovevole e rilevante a livello
disciplinare,
 quale appartenente all’Arma» A scriverlo è Il Pm
Monica Bombana, chiamata a giudicare le vicende amorose di un carabiniere che
qualche anno fa era di servizio alla caserma di Noventa.

Il militare era stato
accusato di stalking nel gennaio del 2012, da un’ex fidanzata arrabbiata e
ferita.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Assolto dalle accuse, è però, stato trasferito. Il suo
comportamento fuori dal lavoro non sarebbe stato all’altezza della divisa che
portava. 

Come
riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, il militare, C.O.
34 anni, fidanzato ufficialmente, aveva iniziato a uscire con
Giulia, una brava ragazza del paese dove prestava servizio. L’uomo, però,
sfruttava “il fascino della divisa” anche con altre
donne, intrattenendo rapporti sessuali con più ragazze oltre ad aver
pubblicato on line la sua disponibilità ad incontri di natura sessuale.
Esasperata dalle bugie del carabiniere, e dai comportamenti sempre al limite,
nel 2012, la giovane si era rivolta al comandante provinciale
dell’Arma, Michele Sarno. 
Sempre al comandante, la donna tradita aveva
fatto inviare una lettera dal suo avvocato, per segnalare le presunte molestie
ricevute e il comportamento poco commendevole del militare. 
L’uomo
venne trasferito a pochi chilometri da Noventa, nella vicina Este, ed in
seguito, dopo l’inchiesta della procura di Rovigo, lontano dal Veneto, a
Genova, sede del battaglione Liguria, impegnato in servizi ordine pubblico. Da
un punto di vista giudiziario il carabiniere non ha avuto alcuna ripercussione,
venendo sempre assolto.