MORTO IL GENERALE CASTAGNETTI, «GRANDE UOMO E COMANDANTE ILLUMINATO, CHE HA CONTRIBUITO A TRASFORMARE L’ESERCITO IN STRUMENTO MODERNO E PROFESSIONALE»

È morto all’età di 72 anni il generale Fabrizio Castagnetti. Lo rende noto l’Esercito esprimendo il cordoglio del capo di Stato maggiore Danilo Errico. Gastagnetti – scrive Errico – è stato un «grande uomo e Comandante illuminato, che ha contribuito in maniera determinante alla trasformazione dell’Esercito in strumento moderno e professionale». 

Il Generale Castagnetti, nato nel 1945 a Velleia (Piacenza) aveva frequentato l’Accademia Militare nel 1968. Nel corso della sua brillante carriera ha ricoperto diversi incarichi di prestigio sia in patria sia all’estero tra cui addetto militare a Washington, Comandante della Brigata Corazzata «Pinerolo», Comandante del Nato Rapid Deployable Corps – Italy con sede in Solbiate Olona, Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze e Capo di Stato Maggiore dell’Esercito dal 2007 al 2009.

«È stata una personalità – ha detto il Capo di Stato Maggiore della Difesa, il generale Claudio Graziano – che ha fatto della fedeltà ed attaccamento alle istituzioni la sua ragione di vita. Una straordinaria figura di uomo e di soldato che ha sempre operato al servizio del Paese».