MARESCIALLO MANGIAVA A SCROCCO: CONDANNATO A RISARCIRE L’ARMA

Dovrà versare 50 mila euro a titolo di risarcimento per il grave danno all’immagine dell’Arma dei carabinieri. La Corte dei conti del Veneto ha condannato l’ex maresciallo Romeo Zuanigh, 50 anni, originario di Pordenone e residente a Montebelluna, ex comandante della stazione di Istrana, in relazione alla vicenda per la quale tre anni fa, finì sotto accusa per concussione, violenza privata e rifiuto di atti d’ufficio, per poi patteggiare la pena di due anni di reclusione. E’ quanto scrive Gianluca Amadori per il Messaggero.it.

La vicenda nella quale il maresciallo Zuanigh è rimasto coinvolto ebbe grande clamore in provincia di Treviso. Le indagini, condotte dai colleghi del carabiniere, avevano consentito di accertare che il sottufficiale dell’Arma aveva tenuto un comportamento prevaricatore nei confronti di vari commercianti di Istrana, abusando della sua funzione per prelevare merce e consumare pasti, da solo o con la famiglia, senza pagare il corrispettivo.