LADRI NEL LOCALE, I CARABINIERI: “NIENTE AUTO, NON INTERVENIAMO”

(di Claudio Cartaldo) – Hanno
subito tre furti in pochi mesi, nella loro trattoria a Mirasole di San
Benedetto Po. L’ultimo
caso, ieri sera, i ladri si sono portati via tutti i viveri
che i proprietari avrebbero usato per i cenoni di Natale e San Silvestro.

La
cosa assurda, però, come racconta la Gazzetta di Mantova, è un’altra. Ovvero la risposta che i
carabinieri hanno dato al proprietario del locale quando ha alzato la cornetta
per chiamare il 112: “Quando è scattato di notte
l’allarme, ho chiamato il 112 – ha spiegato –. Loro mi hanno detto che non
avevano auto a disposizione e che, in pratica, dovevo arrangiarmi prima da solo
per capire se c’erano ladri nel locale. Ma perché avrei dovuto rischiare io la
vita?”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Quando
alle 3 di notte è scattato l’allarme del locale, l’uomo si veste e raggiunge da
casa il ristorante in macchina. “Ho illuminato con i fari il
locale – dice alla Gazzetta – ed ho chiamato il 112 perché l’allarme scatta
solo in caso di intrusione. La risposta, che mi immagino sia registrata, mi ha
deluso come cittadino. Perché paghiamo le forze dell’ordine se poi dobbiamo
rischiare la vita noi? Cosa facevo io da solo, di notte, disarmato, se
incontravo dei malviventi che perdevano la testa? Chiamerò il prefetto per
raccontare la mia esperienza, sperando di ricevere perlomeno solidarietà”.

Quando
poi la mattina successiva è tornato al ristorante ha trovato il frigorifero
depredato. Ben 4mila euro di danni. E l’amara conclusione:
“Ho dovuto chiamare i clienti e disdire – conclude con rammarico il
proprietario –. Al momento non me la sento. Certo sono assicurato, ma è la
terza volta da luglio e questo lascia il segno”.