IL GOVERNO SVENTOLA RIFORME, MA I CARABINIERI FANNO LA COLLETTA PER COMPRARE LA CARTA

«Il sistema sta collassando. Stiamo toccando il fondo». Non
usa mezzi termini il delegato Co.Ce.R. carabinieri Giuseppe La Fortuna. «Mentre
il governo annuncia riforme e riordini delle forze di polizia, i carabinieri affrontano
i problemi di ogni giorno con sempre maggiori difficoltà.

Non avrei mai pensato che i carabinieri avrebbero dovuto
elemosinare la carta sui cui scrivere denunce e verbali, costringendoli a recuperare
anche il minimo foglio.
Questa purtroppo è la drammatica situazione che si vive nell’Arma, dove, specialmente nella capitale, i comandanti di
stazione sono costretti a fare collette e rastrellare risorse per rimediare
risme di carta e fronteggiare l’enorme quantitativo di fogli che quotidianamente
viene utilizzato.

L’ennesima umiliazione, l’epilogo dei troppi tagli che hanno
messo in ginocchio l’Arma, le Forze di Polizia e la sicurezza del Paese».

Leave a Reply