IL COCER INCONTRA IL MINISTRO DELLA DIFESA:RIORDINO, FESI, 80 EURO E PRIMI SEGNALI PER IL CONTRATTO

Nella
mattinata di ieri 16 dicembre, il Ministro Sen. Roberta Pinotti unitamente al
vertice militare ha incontrato il Cocer Interforze.

Si è
andati al di la’ dei soliti auguri per le festività natalizie. Infatti si è
trattato di un vero e proprio confronto
sulle tematiche più importanti del personale tra il vertice politico-militare e
la rappresentanza militare
.
I
delegati Cocer dichiarano: “soddisfazione per la vivace e intensa attività
del Ministro Pinotti che ha riconosciuto le istanze del personale manifestate
in un nostro recente comunicato del 1 dicembre 2015”.
La
crescente attenzione nei riguardi del personale si sta palesando con
provvedimenti importanti quali gli 80
euro, riordino delle carriere reintroducendo il principio dell’equiordinazione
tra forze armate e di polizia, primi segnali di concertazione con 74 milioni di
euro dedicati e incremento percentuale delle risorse sul fondo efficienza

(FESI).
Nonostante
ciò, i delegati forti della giustezza delle istanze, ritengono che 120
secondi per intervenire “davanti” al Ministro per rappresentare
compiutamente e degnamente il malumore dei colleghi non sia affatto sufficiente
e pertanto chiedono di incontrare presto il Capo di Stato Maggiore delle Forze
Armate in merito al perdurare della situazione di circa 10000 marescialli di 1^
Classe dell’Aeronautica e 4500 capi di 1^ Classe della Marina che vedono
frustrata ancora oggi la legittima aspettativa alla promozione al grado
superiore giustamente nutrita dal personale.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Parimenti
chiedono di riconoscere e sanare la annosa problematica del personale del ruolo
sergenti arruolato ai sensi della legge 958/86 che attende una soluzione alla
disparità e perdita di opportunità di carriera a seguito del riordino ai sensi
della legge 196 del 1995.

Consci
di fare il proprio dovere, i delegati intendono esercitare la propria delega
rappresentativa in ogni modo legittimo per dare la giusta soddisfazione ai
colleghi colpiti in passato da iniqui provvedimenti legislativi.
Lo
dichiarano i rappresentanti dei sottufficiali Marco Cicala (AM), Antonello
Ciavarelli (MM), Alfio Messina (AM) e Antonsergio Belfiori (AM).

Leave a Reply

error: Content is protected !!