Il Capo di Stato Maggiore Esercito nomina il primo Sottufficiale di Corpo. Ecco le funzioni del nuovo incarico e l’esperienza operativa del Luogotenente

Per volontà del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, al fine di valorizzare ulteriormente la funzione e il ruolo della categoria dei Sottufficiali, è stata istituita la figura del Sottufficiale di Corpo dell’Esercito e nominato, in tale incarico, il Primo Luogotenente Antonino Pellegrino, classe 1970, origini calabresi (Seminara, in provincia di Reggio Calabria) e 31 anni di servizio da incursore nelle Forze Speciali dell’Esercito.

Il Primo Luogotenente Pellegrino ha raggiunto, questa mattina, la sede dello Stato Maggiore dell’Esercito in via venti settembre (Roma), dove è stato ricevuto dall’Ufficio Generale del Capo di SME e dove, oggi stesso, inizierà il prestigioso e importante incarico.

Il Sottufficiale ha conseguito innumerevoli esperienze nel campo operativo, sportivo e internazionale nell’ambito delle Forze Speciali dell’Esercito, della Brigata Paracadutisti “Folgore” e della NATO. Proveniente dal 66° corso A.S. della Scuola Allievi Sottufficiali, ha concluso l’iter addestrativo per Incursori Paracadutisti conseguendo, negli anni successivi, diverse qualifiche. Come Incursore scelto ha svolto diversi incarichi: Comandante di Distaccamento Operativo; S3 di Compagnia Operativa/SOTU nell’ambito della Task Force 45 in Afghanistan); atleta presso il Centro Sportivo Esercito; Assistente di Branca presso il J7 – Assessments &Evaluations della NATO Special Operations Headquarters (NSHQ) in Belgio; Sottufficiale di Branca presso l’Ufficio Addestramento e Iter OBOS del Comando delle Forze Speciali dell’Esercito(COMFOSE). Dal 1° luglio 2018 al 18 ottobre 2020 il Primo Luogotenente Pellegrino è stato Sottufficiale di Corpo del Comando Forze Speciali dell’Esercito.

Individuato e scelto sulla base di un processo di selezione che ha tenuto conto del profilo di carriera e di tutta una serie di requisiti culturali, fisici e professionali, il Primo Luogotenente Pellegrino, nel suo incarico di Sottufficiale di Corpo dell’Esercito, sarà un diretto e stretto collaboratore del Capo di SME, nei confronti del quale eserciterà funzione di advisor per questioni attinenti all’etica, alla morale, allo spirito di corpo, alla motivazione e al clima organizzativo del personale appartenente alle categorie dei Sottufficiali, dei Graduati e Militari di Truppa. In particolare: rappresenterà l’Esercito in consessi interforze o internazionali; si farà portavoce di problematiche e tematiche a carattere generale rappresentate dai Sottufficiali di Corpo dei Comandi e dell’Unità dell’Esercito; coadiuverà il Vertice della Forza Armata nelle attività di supporto al personale e alle famiglie di militari feriti, infermi o deceduti.

L’istituzione di questa nuova figura di riferimento, rientra nel più ampio progetto di valorizzazione professionale di tutte le categorie di personale militare e, in particolar modo, dei Sottufficiali, dei Graduati e dei Militari dell’Esercito, che costituiscono sempre di più elemento essenziale per l’organizzazione della vita dei reparti e per il supporto ai Comandanti e ai Vertici della Forza Armata nella loro azione di comando.

Leave a Reply

error: Content is protected !!