GRAZIANO: LIBRO BIANCO RIDISEGNA UNO STRUMENTO MILITARE IMPRONTATO AD EFFICACIA, EFFICIENZA, ECONOMICITÀ.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, è intervenuto questa mattina presso la 4^ Commissione Difesa del Senato sul disegno di legge sulla riorganizzazione dei vertici del Ministero della Difesa e deleghe al Governo per la riforma dello strumento militare.

“Si tratta – come ha sottolineato il Generale Graziano – di un passaggio decisivo verso la realizzazione di uno strumento militare che possa continuare ad assolvere i propri compiti istituzionali, individuando, al contempo, il modello di governance e di conseguente organizzazione che possa garantire di rispondere ai moderni principi di efficacia, efficienza ed economicità.”

L’obiettivo è quello di rafforzare la dimensione interforze, nell’ottica di ottimizzare l’efficienza operativa attraverso la convergenza degli sforzi e l’unicità degli intenti. La fisionomia organizzativa e capacitiva che deriverà dal  nuovo modello dello Strumento militare consentirà prima di tutto, di perseguire massima efficacia operativa degli interventi militari e della proiezione delle forze, evitando anacronistiche duplicazioni e gravitando sulla componente operativa dello strumento militare.

“Il Libro Bianco – ha spiegato il Capo di Stato Maggiore della Difesa – è uno strumento decisivo per fronteggiare le nuove minacce” aggiungendo che “un approccio coordinato e sinergico delle risorse a disposizione è il solo in grado di rispondere alla multidimensionalità dei moderni scenari di crisi ed alle sempre più stringenti esigenze di economicità e di efficientamento nell’impiego delle risorse.”

Parlando delle insorgenti minacce il Generale Graziano ha sottolineato che “nell’attuale scenario internazionale, le minacce trovano espressioni sempre più difformi e talora subdole, dimostrando continuamente una capacità di sorprendere la comunità internazionale che si dimostra spesso impreparata e disorientata di fronte alla necessità di garantire una risposta rapida, unitaria e globale che rende sempre più necessario affrontare in ottica moderna il problema della sicurezza e difesa del Paese secondo un approccio omnicomprensivo e multi-disciplinare, definendo, pertanto, un nuovo concetto di Difesa non solo in chiave interforze ma anche interagency, quale risultato di una strategia unitaria e condivisa fra tutti gli attori coinvolti, ognuno in funzione delle proprie peculiarità ed anche più idonea ad integrarsi in ambito multinazionale.

Particolare enfasi è stata data dal Capo di SMD all’importanza di garantire allo strumento militare una adeguata flessibilità e capacità di adattamento al continuo mutare dello scenario di riferimento consentendoci di poter intervenire in settori cruciali come il modello operativo, la politica del personale e la formazione.

La reazione di FLP Difesa 

La Commissione ha disposto che, ad essere auditi in seduta plenaria, fossero solo il Ministro della Difesa e il Capo di SMD, e cioè i due soggetti che, avendo fortemente voluto il Libro Bianco (che ripubblichiamo su questa pagina in allegato 5) e avendo di fatto scritto il DDL 2728, ne sono i naturali e interessati promoter. Di norma, le audizioni hanno una ratio un po’ diversa che quella di rappresentare le sole posizioni dominanti o a favore…… o no?

Immediata la reazione da parte di molti, in primis i COCER che, come abbiamo letto, nel ribadire una valutazione negativa del DDL 2782 e nel chiederne profonde modifiche, si sarebbero rifiutati di offrire il contributo richiesto in quanto i contenuti dell’Atto sono indicati in maniera talmente riassuntiva che è quasi impossibile esprimere un parere” e ritenendo inoltre del tutto inadeguata la semplice “compilazione di una tabellina”.

Come dar loro torto? E’ lo stesso ragionamento fatto da noi: se il Parlamento ritiene di chiederci solo dei compitini scritti, che mancano di sintesi e di giudizio conclusivo, e di audire solo i promoter del DDL  (Capo SMD e  Ministra), bene, lo faccia, ma non chieda a noi di partecipare alla finzione. Troppo davvero!