GLI ASPIRANTI IDONEI ATTENDONO LO SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA DEL CONCORSO PER ALLIEVI VICE ISPETTORI DEL CORPO FORESTALE

Ieri 8 marzo alle ore 8:45 presso la Commissione Ambiente del Senato si sono svolte le audizioni informali del Generale Del Sette e dell’ing. Cesare Patrone sullo stato di attuazione dell’accorpamento tra carabinieri e corpo forestale. A tal proposito è opportuno menzionare la graduatoria del concorso pubblico per allievi vice ispettori del Corpo Forestale.

In particolare sul sito del Movimento 5 Stelle si legge:

“Si chiede al generale Del Sette se c’è interesse o volontà da parte del Corpo dei Carabinieri a scorrere/utilizzare la graduatoria degli idonei non vincitori del concorso ispettori del Corpo Forestale (vigente fino al 31/12/2017) e se così non fosse, se ci sono iniziative in atto per consentire alla polizia di Stato, alla polizia penitenziaria o ad altre amministrazioni eventualmente interessate, di procedere allo scorrimento della suddetta graduatoria, in virtù dell’art. 3 comma 61 della legge n. 350 del 2003.”

La senatrice Maria Spilabotte del Partito Democratico, ha sottoscritto l’interrogazione proposta dal collega Massimo Caleo rivolta al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ed al Ministro dell’Economia e delle Finanze riguardante il Corpo della Forestale.

Spiega la Senatrice Maria Spilabotte: “Alla luce dell’assorbimento del Corpo forestale dello Stato nell’Arma dei carabinieri e il transito del relativo personale in altre forze di polizia (nonché in altre Amministrazioni) oggi vi è un problema di carenza di organico complessivo. Al fine di sopperire a queste gravi carenze organiche attualmente esistenti all’interno dei corrispondenti ruoli “Ispettori-Marescialli” dell’Arma dei carabinieri, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, della Guardia di Finanza e/o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è opportuno che si autorizzi lo scorrimento della graduatoria del concorso pubblico per 400 allievi vice Ispettori del Corpo forestale dello Stato che si è svolto nel 2011 (con graduatoria pubblicata nel 2014), senza dover attendere l’esito di eventuali nuove procedure concorsuali in modo da ottenere un consistente risparmio di spesa per le casse pubbliche e rispettare un diritto dei vincitori di un concorso pubblico.

Tra l’altro, lo scorso anno il Governo si era impegnato a tenere in considerazione, durante l’iter riformativo, l’esistenza della graduatoria in questione e per questo l’interrogazione chiede ai ministri interessati se non ritengano opportuno assumere iniziative finalizzate ad autorizzare a reclutare personale del ruolo Ispettori-Marescialli mediante lo scorrimento del concorso pubblico già espletato”.