Gira con un machete da 30 cm e spaventa i passanti, denunciato a piede libero un 28enne

Attimi di panico in Piazza Italia per un trentenne, vestito in modo eccentrico, che gironzolava davanti ai bar maneggiando un machete. Forse alterato da un mix di alcol e psicofarmaci l’uomo, che è originario di Trieste ma abita da tempo a Zeri, si è forse sentito un po’ troppo osservato da un gruppo di giovani.

E così si è avvicinato impugnando un coltello lungo 31 centimetri, quasi con aria di sfida. I giovani, preoccupati dall’atteggiamento dell’uomo, che indossava un impermeabile lungo sino ai piedi, hanno avvertito una pattuglia della polizia municipale. Con l’aiuto di alcuni passanti gli agenti sono riusciti in breve tempo a togliere il machete all’uomo. Con un espediente è stato convinto ad appoggiare il coltello sul cofano di un’auto dando così modo ad un agente di prenderlo, allontanandolo ogni rischio.

I carabinieri hanno poi sequestrato il machete e, visto lo stato di agitazione del trentenne, hanno chiamato il che l’ha trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Pontremoli e poi in psichiatria al Noa di Massa. I militari hanno denunciato l’uomo a piede libero: dovrà rispondere di porto ingiustificato di arma impropria. Comunque non è la prima volta che si fa notare, quando giunge a Pontremoli. In passato ha reagito con urla e minacce verbali solo sentendosi guardato. Qualche tempo è stato protagonista di un litigio sullo storico ponte della Cresa dove se l’era presa con alcuni clienti di una birreria che stavano seduti al loro tavolo.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!