Forze armate e Polizia: è ufficiale aumenti e arretrati in pagamento con emissione straordinaria a giugno

Il contratto 2019-2021 per le Forze armate e di Polizia è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e finalmente si potrà dare il via a tutti quegli adeguamenti stipendiali e normativi che il personale ha atteso per molto tempo.

Il rinnovo entrerà in vigore il 15 giugno 2022 e c’è già fermento misto a preoccupazione circa l’erogazione degli arretrati e degli adeguamenti stipendiali. 

Clicca qui per conoscere gli importi degli arretrati

Come riporta una nota di ASPMI (Associazione Sindacale Professionisti Militari), il pagamento delle misure economiche, derivanti dal Rinnovo Contrattuale 2019-2021, avverrà nel mese di giugno, attraverso l’emissione di un cedolino straordinario, e l’adeguamento stipendiale nel mese di luglio. L’ASPMI auspica un ulteriore sforzo affinché anche il pagamento del compenso relativo al Fondo di Efficienza dei Servizi Istituzionali avvenga nel corrente mese di giugno.

L’ASMI a questo proposito, sottolinea che l’Arma dei Carabinieri e la Polizia di Stato riuscirà già a pagare quanto dovuto in questo mese. “Siamo ben consci che l’iter sia diverso rispetto ai colleghi Carabinieri e Poliziotti. Quindi, proprio per accelerare il pagamento già dal mese di ottobre, si è proceduto a velocizzare gli accordi sul consenso.”

Commenti Facebook
error: Content is protected !!