Focolaio Covid, notizie allarmanti dalla Questura di Napoli: “Mancano elementari norme di sicurezza”

“Notizie molto allarmanti arrivano dall’Ufficio Immigrazione della Sua Questura di Napoli, dove sembrerebbero esserci alcuni operatori di Polizia affetti da COVID 19.” E’ quanto si legge in un comunicato del sindacato USB Interno

“Il personale dell’Amministrazione Civile e quello di PS sono in serio pericolo, insieme alle rispettive famiglie, amici e conoscenti.

Nel suddetto ufficio, mancano attualmente le più elementari norme di sicurezza, dopo che la dirigente ha irresponsabilmente costretto il personale a rientrare in presenza più giorni a settimana in ufficio.

Una struttura dove non si riesce a garantire nemmeno la pulizia ordinaria, è ormai divenuto un focolaio di INFEZIONE!

E’ il momento di dire basta e di garantire immediatamente la sicurezza e la salute del personale.”

Il sindacato USB interno, ha chiesto al Questore di Napoli e alla dirigenza tutta di assolvere finalmente gli obblighi che il legislatore gli ha giustamente attribuito, attraverso l’adozione delle seguenti basilari misure di emergenza a tutela del personale ed in particolare:

  1.  Chiusura dell’ufficio e sanificazione immediata di tutti gli ambienti lavorativi;
  2.  Tamponi immediati per tutti i lavoratori, dell’Amministrazione Civile e della PS, che prestano servizio presso l’Ufficio Immigrazione;
  3.  Immediato ritorno alla modalità di lavoro agile 5 giorni alla settimana, fino a quando la dirigenza non sarà finalmente in grado di garantire la sicurezza del personale.

Non c’è tempo da perdere.

Il diritto alla salute non è rinviabile né negoziabile, come questa O.S. ha sempre sostenuto.

Leave a Reply

error: Content is protected !!