FESI Carabinieri, novità e quando sarà erogato

E’ stato inviato al Ministero della Difesa lo schema del decreto per la corresponsione dei compensi del Fondo per l’Efficienza dei Servizi Istituzionali (FESI) per l’anno 2022, per tutto il personale dell’Arma contrattualizzato (dal grado di Carabiniere a Capitano).

Sono stati confermati i criteri definiti l’anno scorso, ad eccezione dell’effettiva presenza in servizio, che non è più disponibile perché non ci sono più le risorse che erano state accordate l’anno scorso a causa della mancata chiusura del contratto di lavoro al 30 giugno 2021. Ci sono tre novità: un aumento dei compensi di 66 euro all’anno per tutto il personale, l’assegnazione di un compenso specifico per il personale in servizio presso gli Squadroni Eliportati Carabinieri Cacciatori di 30 euro al mese, e l’utilizzo di disponibilità residue e di risorse incrementali della Legge di Bilancio 2022 per riconoscere un emolumento una tantum in egual misura a tutti i militari interessati, stimato intorno a 70 euro pro capite.

LEGGI ANCHE Carabinieri, disposizioni del Comandante Generale sulla pianificazione del servizio: Equilibrio tra esigenze del Comando e vita privata

Come al solito, il progetto di provvedimento sarà sottoposto alla firma del Ministro e successivamente all’approvazione dell’Ufficio Centrale del Bilancio presso lo stesso dicastero. Dopo questo iter, si procederà ai relativi pagamenti delle spettanze a tutto il personale interessato, con il primo pagamento utile previsto, auspicabilmente, per giugno 2023.

Cosa aspetti?

Al costo di meno di un caffè al mese potrai leggere le nostre notizie senza gli spazi pubblicitari ed accedere a contenuti premium riservati agli abbonati – CLICCA QUI PER ABBONARTI

error: ll Contenuto è protetto