Ecco come è ridotto il poliziotto picchiato dal pusher: “Per tutelare le nostre leggi ha messo a repentaglio la propria vita”

“Amici, facciamo sentire la nostra vicinanza e il nostro sostegno al giovane agente della polizia di stato che è stato vittima di un tentato omicidio posto in essere da un immigrato pusher nordafricano, il quale per sottrarsi all’arresto per spaccio di droga, ha sfondato il cranio del nostro servitore dello stato, causandogli gravi lesioni, per le quali è stato operato d’urgenza”.

È con queste parole che Massimo Bitonci, sottosegretario leghista al ministero dell’Economia ed ex sindaco di Padova, posta su Facebook la foto di Aniello Fierro, l’agente di 28 anni picchiato nella pineta di Levante a Viareggio.

“Un caloroso augurio di pronta guarigione al valoroso e coraggioso poliziotto che per tutelare le nostre leggi ha messo a repentaglio la propria vita”, conclude il post Bitonci.

Per questa aggressione è finito in carcere Mustapha Rami, cittadino marocchino di 20 anni: è accusato di tentato omicidio.