È MORTO COME SUO PADRE, ALTRO POLIZIOTTO, DECEDUTO IN UN INCIDENTE D’AUTO A PALERMO

(di Alessia Marani) – È morto
come suo padre Marco, altro poliziotto, deceduto vent’anni fa in un incidente
d’auto a Palermo. Daniele Cicchetti, 22 anni, agente nel servizio tecnico
della Polizia negli uffici di via Statilia, a Roma, è deceduto nella notte tra
venerdì e sabato in un tamponamento a catena nei pressi della Barriera Roma Est
della A1.

Era
mezzanotte, il giovane era al volante della sua Opel Zafira, procedeva in
direzione di Roma. All’improvviso il primo tamponamento con una vettura che lo
precedeva; il ragazzo è sceso dall’auto illeso, ma – stando a una prima
ricostruzione della Stradale – sarebbe stato investito in pieno da un altro
veicolo, forse un furgone, che lo seguiva. Per Daniele non c’è stato scampo.
Altre tre persono sono rimaste ferite. Il ragazzo viveva a Gallicano nel Lazio
con la mamma e i due fratelli.

IL DOLORE

«Per la
nostra famiglia è un lutto immenso – racconta lo zio Aldo – già la scomparsa
del padre, a cui la polizia ha intitolato la caserma dello Sco in via Tuscolana
nella Capitale, all’epoca ci sconvolse. Ora Daniele. Mia cognata è distrutta
dal dolore, non ci sono parole». Cicchetti era molto conosciuto e benvoluto.
«Un ragazzo sempre allegro, generoso e con una gran voglia di vivere», dicono
di lui. Due anni fa aveva indossato la divisa. «Ed era fiero di farlo in nome
del padre», conclude lo zio.
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!