CHIARIMENTO MINISTRO TRENTA SU PROVE FISICHE CONCORSO MARESCIALLI EX 958

Ha destato non poche polemiche sui social il concorso per marescialli dell’esercito riservato a graduati e sergenti ex 958. In particolare, oggetto di controversia le prove di efficienza fisica, definite alquanto fantasiose per concorrenti ultra quarantenni, quali sollevamento di bombe da 120 mm, trazioni con mitragliatore,trascinamento di un ferito di 70 chili per 40 metri in 80 secondi.

In relazione alle notizie apparse su alcuni social, secondo le quali sarebbero state previste, nell’ambito del concorso per gli ex 958, prove selettive differenti per le singole Forze armate, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha interessato della questione gli organi preposti al fine di assicurare che le modalità concorsuali siano assolutamente omogenee.

Lo si legge in una nota diramata dal ministero della Difesa. Tale disposizione era già stata annunciata dal vertice del dicastero in occasione dell’incontro con i delegati della rappresentanza militare.