CARABINIERI SODDISFATTI DELL’INCONTRO CON IL MINISTRO PINOTTI. IMPEGNO CONCRETO O SOLITE PROMESSE?

In un
comunicato il CO.CE.R. Carabinieri e i Delegati dei CO.I.R. D’Italia, esprimono
la loro soddisfazione per la grande disponibilità mostrata dal Ministero della
Difesa Senatrice Roberta Pinotti, durante l’incontro svolto ieri presso il
Ministero della Difesa.

I delegati presenti hanno notato che il Ministro è
stato attento alle loro richieste, dichiarando che ha già redatto una relazione 
sulle linee programmatiche poste all’attenzione della Camera dei Deputati e del
Senato e che farà tutto il possibile al fine di trovare risorse dal MEF
studiando molteplici situazioni anche alternative, per sanare la disparità di
trattamento che colpisce il personale del Comparto Difesa e Sicurezza.
“La
soddisfazione di questo CO.CE.R. e dei delegati dei CO.I.R. riuniti in assise
nei giorni 1, 2 e 3 Aprile 2014 presso il Comando Generale dell’Arma dei
Carabinieri, risiede, sia di aver colto nelle parole del Signor Ministro della
Difesa la ferma determinazione e l’impegno anche personale per la soluzione
delle varie problematiche del Comparto Difesa e Sicurezza, sia nella concreta
aspettativa che queste promesse possano trovare a breve una soluzione, al fine
di dare un respiro economico ai Carabinieri i quali giornalmente operano con
estremo sacrificio per il bene dei cittadini Italiani.”
“Siamo
certi che il ministro Pinotti farà di tutto per non prorogare il blocco
stipendiale seppur dovrà vendere carri armati o non comprare f35. Ma se ciò non
fosse possibile –chiosa il delegato Co.Ce.R. carabinieri Giuseppe La Fortuna – l’ultima cosa che rimarrà a noi delegati della Rappresentanza Militare è
manifestare in mutande e farci arrestare. Purtroppo non ci sono più margini di
manovra, o dentro o fuori, non vi sono altre possibilità”.
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!