Carabinieri: il “circo” del degrado e dell’illegalità prendono il sopravvento sullo Stato

Fiorano Modenese (MO): nelle prime ore di questa mattina si è consumata l’ennesima aggressione ai danni di una pattuglia dei Carabinieri..

Questa volta i protagonisti sono due cittadini tedeschi che si presume abbiano agito sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e/o alcoliche.

I due stranieri, che girovagavano completamente nudi per le vie della città, adesso si trovano in camera di sicurezza in attesa di essere giudicati per le ipotesi di reato di resistenza e lesioni a PU, nonché atti osceni in luogo pubblico e danneggiamento aggravato dell’autovettura militare.

Ancora una volta le vittime sono due Carabinieri; in questo caso quelli della Stazione di Maranello (MO) intervenuti su richiesta di alcuni cittadini che segnalavano una coppia di stranieri nuda che stava creando caos, pericolo alla circolazione stradale e scandalo.

Le scene riportate dai video diffusi in rete, evidenziano un “circo” mediatico senza fine che continua ad offendere lo Stato alimentando sfiducia tra i cittadini verso le Istituzioni, nonché forte demotivazione nelle Forze dell’Ordine.

L’episodio, dimostra ancora una volta quanto è difficile per gli uomini e le donne in uniforme operare in una società profondamente ferita da un preoccupante degrado che, nell’interesse della Giustizia e della collettività, va interrotto immediatamente, se necessario anche con l’uso della forza.

Le leggi esistono, ma vanno applicate dando ad esse una corretta interpretazione e, soprattutto, devono produrre pene certe per chi delinque e tutele a favore di coloro che rischiano la vita per la sicurezza pubblica.

Le due polarità che separano il male dal bene, devono essere scisse da un solco netto e invalicabile.

Purtroppo, l’attuale percezione degli appartenenti alle Forze di Polizia non è questa. Si nota, infatti, una chiara sproporzione tra le garanzie e i diritti riconosciuti a chi delinque e una ingenerosa quanto inaccettabile rigidità nei confronti di chi, invece, ha deciso di servire lo Stato per difendere la pace e la sicurezza sul territorio.

 

Il Segretario Generale USMIA Sezione Carabinieri Carmine Caforio, augurando una pronta guarigione ai colleghi feriti, esprime i propri complimenti a tutti i Carabinieri del Sassolese intervenuti che, nonostante il forte condizionamento subito da una società pronta ad infierire contro le Forze dell’Ordine, sono riusciti ad assicurare alla Giustizia due soggetti in evidente stato di alterazione psicofisica che stavano creando caos e pericolo pubblico su una delle arterie stradali più trafficate di Fiorano Modenese.

 

 

 

 

 

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!