CARABINIERI ANTITERRORISMO, CAMBIO TURNO IN PIAZZA PLEBISCITO

Armi lunghe, da guerra, anche semi automatiche, giubbotti anti proiettile, equipaggiamento speciale. E soprattutto attitudini fisiche e psicologiche.

Cambio turno in piazza Plebiscito per i carabinieri Api, Aliquota Primo intervento, team dei carabinieri ad alta specializzazione, l’anello della catena più vicino ai Gis dell’Arma, i Gruppi di intervento speciale. Operative ora anche a Napoli. Specializzati in interventi anti terrorismo ma anche in tutte le situazioni ad alto rischio, ad esempio una sparatoria in strada, tra la folla. Anche le aliquote napoletane sono state selezionate con estremo rigore e dopo un corso specifico di formazione. In città dipendono dal reparto operativo radiomobile del maggiore Alessandro Dominici e saranno impiegati quotidianamente in diversi quartieri, fermo restando la loro immediata concentrazione, e direttamente agli ordini del comandante provinciale dei carabinieri, in caso di emergenza. In base al tipo di intervento ogni carabiniere Api può scegliere tra diverse armi: fucili AR7090SC oppure MP5 calibro 9, o ancora H&KMP5, pistola Beretta P92FS ma anche un fucile mitragliatore M12. Hanno anche la telecamera sul giubbotto, viaggiano su auto Subaru completamente blindate. Hanno già eseguito un primi intervento, bloccando un rapinatore in azione all’interno di un negozio all’aeroporto di Capodichino.

Articolo tratto da Repubblica.it