BLOCCO STIPENDI: MANIFESTAZIONE DELLA CONSULTA SICUREZZA IN PIAZZA SANTI APOSTOLI

 
Sono scesi in
piazza per manifestare contro il blocco stipendiale che riguarda le loro
categorie lavorative. Come annunciato in una nota stampa i sindacati di polizia
di Stato, polizia penitenziaria, guardie forestali e vigili del fuoco aderenti
alla Consulta Sicurezza hanno manifestato la loro ‘amarezza‘ per
le scelte del Governo con un sit in in piazza Santi Apostoli.

INCONTRO CON NCD – La manifestazione statica segue l’incontro tra i rappresentati
dei sindacati Sap, Sappe, Sapaf e Conapo e gli
esponenti del Governo del Nuovo Centro Destra: “Un mese di tempo per
individuare una soluzione concreta allo sblocco stipendiale che decorrerebbe
dal primo gennaio 2015. Questo hanno proposto oggi il coordinatore nazionale Gaetano
Quagliariello
e il senatore Andrea Augello durante l’incontro tra
sindacati e Cocer presso la sede Ncd
“.

PROPOSTA CHE NON CONVINCE – Un incontro che non ha dato risposte concrete ai
sindacati che insieme rappresentano il 43 per cento del personale in divisa
sindacalizzato: “Una proposta – scrivono
ancora le sigle sindacali in una nota congiunta
– che non
ci convince perché al momento sarebbero state individuate solo parte delle
risorse necessarie (circa l’ottanta per cento) e perché non si fa menzione di
uno anticipo dello sblocco del tetto stipendiale, già da ottobre, come promesso
questa estate dai ministri
Alfano e Pinotti“.

ARRETRATI – Al
centro del dissenso anche altri aspetti: “Senza contare la questione
degli arretrati e nessun impegno sulla razionalizzazione delle forze di polizia
e sull’accorpamento del dipartimento dei vigili del fuoco con quello della
Pubblica Sicurezza. Per questo, pur prendendo atto degli impegni presi da Ncd,
restiamo mobilitati e in stato di agitazione permanente confermando
l’astensione dal lavoro di poliziotti, penitenziari, forestali e vigili del
fuoco
“.
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!