Appuntato dei carabinieri denunciato per accesso abusivo a sistema informatico.”Accuse archiviate, fine di un incubo”

Il tribunale di Bologna ha archiviato un procedimento penale nei confronti di un appuntato scelto dei carabinieri 53enne.

Il militare era stato denunciato dall’Arma per accesso abusivo a un sistema informatico commesso da pubblico ufficiale. La sua colpa essere incappato in un malfunzionamento della banca dati Sdi, il sistema d’indagine dei carabinieri.

“Come molti fanno in questi casi – spiega Denis Lovison, avvocato difensore – si inseriscono nominativi di persone conosciute per verificare l’efficienza del sistema nelle ricerche”.

Ma da un controllo a campione spunta quell’interrogazione anomale che di primo acchito poteva sembrare un accesso abusivo e parte immediatamente la denuncia.

Il militare, a seguito di questo evento giudiziario, ha subito anche l’avvio del procedimento amministrativo volto al trasferimento di autorità, causando, come spiega l’avvocato difensore, “doppio disagio poiché lo stesso appuntato nulla di male aveva commesso. Versione confermata dal gip di Bologna mediante l’emissione del decreto di archiviazione. Per di più, dopo la conclusione di questo ingiusto incubo giudiziario, nell’aprile del 2021 lo stesso C.P. si è visto notificare l’avviso dell’avvio del procedimento disciplinare di corpo per svariate violazioni o mancanze”.

“Per lui – conclude l’avvocato Lovison – che ha sempre fatto il proprio dovere nei suoi 24 anni di onorato servizio, è la fine di un incubo durato un biennio”.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!