ACCOLTELLÒ UN MARESCIALLO, ASSOLTA PERCHÉ «INCAPACE DI INTENDERE»

Assolta Maria Acanfora, 44enne di Scafati che lo scorso 25 ottobre in preda ad un delirio paranoico accoltellò un maresciallo dei carabinieri e ferì in modo più lieve un altro militare. A quanto pare la donna era «incapace di intendere e di volere». A darne notizia Il Mattino.

Adesso la donna è sotto libertà vigilata a causa del suo stato di pericolosità legato alla patologia di cui soffre.

All’epoca dei fatti la donna si recò alla tenenza dei carabinieri chiedendo di poter parlare con il maresciallo. Dopo essere entrata nel suo ufficio impugnò il coltello da cucina e ferì l’uomo. In soccorso dell’ufficiale accorse un appuntato che rimase ferito da un fendente nel tentativo di immobilizzare la donna.

Bloccata ed arrestata, fu trasferita in carcere. Giorni fa l’assoluzione a causa del suo stato mentale.