1
Shares
Pinterest Google+

E’ in dirittura d’arrivo il portale “MOBILITA”, la piattaforma intranet (https://trasferimentionline.cen.poliziadistato.it) che permetterà ai singoli dipendenti di presentare e revocare online le domande di trasferimento, consentendo inoltre di accedere ad una serie di altre informazioni importanti, in ossequio al principio di trasparenza.

Una notizia rilevante che rappresenta un notevole passo in avanti rispetto al passato ma che ancora non ci soddisfa, poichè ancora oggi persistono, nostro malgrado, delle forti resistenze (sopratutto di parte sindacale) a non voler dare corso alla pubblicazione ufficiale delle graduatorie dei trasferimenti, come invece già avviene regolarmente negli analoghi portali intranet dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Ciò emerge dall’analisi comparativa del documento trasmesso.

Infatti, allo stato attuale, il progetto prevede che attraverso il portale, sulla rispettiva tabella dei trasferimenti elaborata dal sistema, venga visualizzata esclusivamente la propria posizione in relazione al Reparto richiesto anzichè la graduatoria completa. Una previsione che il NSP ritiene semplicemente inaccettabile e che intende modificare assolutamente.

TEMPISTICA

La fase sperimentale partirà a novembre p.v. e interesserà gli Uffici del Personale della Questura di Roma, della Questura di Firenze e del Compartimento Polizia Stradale di Roma.

Entro la fine dell’anno sarà pubblicato il piano dei potenziamenti e sarà diramata una circolare con indicazione dei nuovi criteri per la formazione delle graduatorie provinciali e Sede per Sede (vedi sotto). Dal 2 gennaio 2018 sarà possibile inserire la domanda di trasferimento attraverso il portale.

COME FUNZIONA

Attraverso il ‘Portale Mobilità’ il dipendente potrà in ogni momento inserire la propria domanda di trasferimento che sarà conservata nel database al massimo per 3 anni e poi eliminata con notizia all’interessato. Potranno essere indicati massimo 5 comuni di interesse con la possibilità di selezionare, per ciascun comune, o tutti i Reparti ivi ubicati o uno specifico Reparto. Il personale in possesso di qualifica operativo-prefessionale troverà in elenco anche i Reparti in cui è richiesta tale specificità

Il sistema prevede la presenza di una sola domanda per dipendente sostituendo in automatico quella precedentemente inserita.

Tutte le istanze presenti nel ‘Portale Mobilità’ concorrono alla definizione della graduatoria ma solo quelle inserite entro il termine indicato dalla circolare verranno prese in considerazione per la movimentazione oggetto della circolare stessa.

Attraverso il ‘Portale Mobilità’ il Servizio Sov.ti, Ass.ti ed Ag.ti completerà e verificherà l’istanza il cui esito finale sarà visibile dal dipendente nel Portale. Il dipendente potrà visionare eventuali pareri negativi e dinieghi al trasferimento con la relativa motivazione. Inoltre potra visionare il piano dei potenziamenti dei vari uffici e reparti aggiornato annualmente.

CRITERI FORMAZIONE GRADUAOTORIA PROVINCIALE

La graduatoria provinciale verrà formata secondo i seguenti criteri ordinati per priorità:

  • ANZIANITA’ DI SEDE (PROVINCIA)
  • ANZIANITA’ DI RUOLO
  • FIGLI
  • CONIUGATO/CONVIVENTE
  • SEDE DISAGIATA
  • Presenza Problematiche Assistenziali e Personali (no L.104 art. 3 comma 3)
  • DISTANZA Km
  • DATA DI NASCITA

CRITERI FORMAZIONE GRADUATORIA SEDE PER DEDE

La graduatoria SEDE PER DEDE, verrà formata secondo i seguenti criteri ordinati per priorità:

  • ANZIANITA’ DI REPARTO
  • ANZIANITA’ DI RUOLO
  • FIGLI
  • CONIUGATO/CONVIVENTE
  • SEDE DISAGIATA
  • Presenza Problematiche Assistenziali e Personali (no L.104 art. 3 comma 3)
  • DATA DI NASCITA

Come noto il NSP –  si legge sul sito del Nuovo Sindacato di Polizia – sta portando avanti da anni una lotta senza esclusione di colpi per la pubblicazione delle graduatorie dei trasferimenti al fine di eliminare o quanto meno ridimensionare drasticamente il grave fenomeno delle raccomandazioni e degli scavalcamenti a seguito della movimentazione interna, in particolar modo nella movimentazione provinciale. Una battaglia di civiltà e di principio che molti sindacati stanno fortemente contrastando per ovvi motivi, essendo ormai questi avvezzi alle speculazione clientelari.

L’avvento del portale “MOBILITA” potrebbe essere il volano per spianare la strada al raggiungimento di questo fondamentale obbiettivo sindacale, ma per far questo abbiamo bisogno del vostro sostegno.

Nei prossimi giorni il NSP per mezzo del Segretario Generale Roberto Intotero trasmetterà una nota al capo della Polizia sollecitando la rapida attuazione di questo importante progetto su scala nazionale, con la previsione improcrastinabile che ogni operatore di polizia possa visionare dal proprio profilo la graduatoria completa relativa alla propria provincia nonchè alla sede di interesse. Sarà nostra cura tenervi aggiornati sugli sviluppi di questo importante progetto.

Previous post

FIGLIO DEL SOTTOSEGRETARIO ALLA DIFESA ASSUNTO DALL’ON.CARUSO, PARENTOPOLI E LAVORO NERO

Next post

SGARBI: IL MASSACRO COMUNISTA DEI CARABINIERI ALLE CAVE DEI PREDIL