Trieste, sparatoria davanti alla Questura: uccisi due poliziotti

Sparatoria nel pomeriggio davanti alla Questura di Trieste. Secondo le prime informazioni a sparare sarebbe stato un uomo, presunto responsabile di una rapina avvenuta questa mattina, che avrebbe esploso dei colpi contro due poliziotti che si trovavano all’interno di una Volante, all’esterno della Questura.

Gli agenti sono morti in seguito alle ferite riportate. L’uomo sembra che fosse in compagnia di suo fratello, che è rimasto ferito. Entrambi sarebbero stati fermati. La zona attorno alla Questura — tra via Tor Bandena e via del Teatro Romano — è stata isolata con un cordone di sicurezza.

Secondo una prima ricostruzione della vicenda, il rapinatore sarebbe andato in Questura accompagnato dal fratello. Per ragioni non ancora chiare, uno dei due sarebbe riuscito a sfilare la pistola a uno o due agenti, sparando e ferendo due poliziotti. Altri agenti presenti avrebbero risposto al fuoco e ferito il fratello, che sarebbe stato portato in ospedale con una ambulanza. Il titolare di un locale della zona ha riferito di aver sentito spari provenienti dall’interno della Questura e di aver visto, pochi istanti dopo, un giovane uscire di corsa dall’edificio con in mano un’arma. L’uomo avrebbe poi provato ad aprire un’auto della polizia parcheggiata lì davanti, ma inutilmente perché la vettura era chiusa. A quel punto, raggiunto dagli agenti che lo avevano inseguito, è stato bloccato a terra e poi fermato.