Test di Gravidanza nei concorsi dei carabinieri, la denuncia: “non è una malattia invalidante”. La replica della Difesa: “È richiesto a tutela delle candidate”

A chi vuole entrare nell’Arma dei carabinieri è ancora richiesto di esibire un test di gravidanza pena l’esclusione dal concorso. «In modo anacronistico, il ministero della Difesa nei bandi di concorso chiede ancora alle donne il test di gravidanza. Anche per la partecipazione a concorsi interni della durata di poche settimane, considerandolo alla stregua di una malattia invalidante», spiega a la Repubblica Gina Perotti, segretaria nazionale dell’Unione sindacale italiana carabinieri e responsabile del dipartimento Pari opportunità, che ha sollevato la protesta contro l’articolo 9.

error: ll Contenuto è protetto