Salta sul tetto dell’auto dei carabinieri dopo aver seminato il panico

 

Una donna sul tettuccio di un’auto dei carabinieri. Poi tre forti colpi con gli scarponi con la giovane che scende dalla gazzella dei militari. Questo quanto ripreso da uno smartphone in un breve video diffuso da Welcome to Favelas. Ma cosa è successo realmente a Torrevecchia? Una donna ha lanciato bottiglie contro passanti ed automobilisti senza un apparente motivo ed all’inevitabile arrivo della Punto degli uomini dell’Arma ha reagito in modo insolito, arrampicandosi su cofano e tetto dell’auto con i colori di servizio dei carabinieri.

Ma andiamo per ordine: la richiesta d’intervento al 112 nel pomeriggio di lunedì 11 aprile su via di Torrevecchia, poco distante dall’intersezione con via della Valle dei Fontanili. Numerose le chiamate arrivate al numero unico delle emergenze. La prima per una giovane donna che, bottiglia in pugno, l’ha lanciata contro un motociclista in transito colpendolo alla gamba. Poco dopo una seconda allerta, di un nuovo lancio contro una passante. 

Da qui l’arrivo sul posto dei carabinieri della stazione Roma Montespaccato. All’arrivo della gazzella la ragazza è salita sul tettuccio della vettura, una volta scesa è stata però bloccata dai militari.

Identificata in una ragazza romana di 32 anni, svolti ulteriori approfondimenti si è quindi appreso che la donna era in cura presso un Cim (Centro igiene mentale) della Asl e che il 7 di aprile si era allontanata arbitrariamente dalla struttura dove era in cura. 

Affidata alle cure del personale medico è stata trasferita all’ospedale San Filippo Neri dove è stato sottoposta ad un tso (trattamento sanitario obbligatorio). 

Commenti Facebook
error: Content is protected !!