Ruba un cosmetico, carabiniere nei guai

Una pattuglia degli agenti delle volanti della questura è intervenuta l’altro giorno al Centro commerciale Palladio, a Vicenza est, dopo che la centrale operativa di viale Mazzini aveva ricevuto una chiamata da parte di uno dei negozi presenti all’interno dell’area commerciale.

Poco prima, infatti, all’interno del negozio, gli addetti avevano visto una persona mettersi in tasca un prodotto cosmetico (del valore di una ventina di euro) tentando di uscire senza passare dalle casse. Una volta fermato l’uomo si è immediatamente scusato con i responsabili dell’attività commerciale per quanto aveva fatto offrendosi di pagare la somma del prodotto che qualche istante prima si era messo in tasca.

L’uomo fermato: «Sono un carabiniere»

Nel frattempo però al Centro commerciale era arrivata anche la pattuglia con l’equipaggio delle volanti. Agli agenti, una volta entrati nello store, l’uomo fermato ha confidato di essere un carabiniere. Un militare dell’Arma in servizio alla Setaf. Una volta chiarita la dinamica dell’episodio e ricevute le scuse da parte del carabinieri nonché il pagamento del prodotto preso dagli scaffali del reparto cosmetica, i gestori del negozio avrebbero detto di non avere intenzione di procedere con la denuncia nei confronti del militare. Ma se non verranno presi provvedimenti a livello giudiziario, visto l’assenza della denuncia e quindi della conseguente segnalazione alla procura, il carabiniere con ogni probabilità dovrà rispondere di quanto fatto ai suoi superiori. Una leggerezza insomma, quella commessa al centro commerciale, che al protagonista potrebbe costare cara. (di Matteo Bernardini per il Giornale di Vicenza)

error: ll Contenuto è protetto