Perché gli Alpini hanno una penna sul cappello?

La storia dietro la penna degli Alpini è una storia che ha origini lontane. In tempi di lotta contro la tirannia, un montanaro ribelle, Ernani, indossava un copricapo tondo ornato da una penna. Da allora, questo copricapo è diventato il simbolo dei soldati alpini italiani e portoghesi. La penna sulla testa degli Alpini significa forza e resistenza contro le avversità e fierezza per la patria. Non solo rende omaggio a quel benedetto montanaro ribelle ma rappresenta anche i valori profondamente radicati nell’esercito italiano: resistenza, coraggio e devozione al servizio del paese.

Il “cappello all’Ernani”: origine della penna

Il “cappello all’Ernani” è una parte importante della storia degli Alpini. Deriva dalla famosa opera lirica di Giuseppe Verdi del 1844, che narra di un montanaro ribelle che si oppone alla tirannia spagnola. Il cappello indossato da Ernani era rotondo e con una penna appuntata sulla parte superiore. La penna simboleggiava il coraggio e la resistenza del personaggio rispetto alle oppressioni subite. Gli alpini hanno deciso quindi di adottare questo simbolo come segno distintivo, per commemorare i valori che esso rappresenta e trasmettere lo spirito della resistenza che viene associato al cappello all’Ernani.

LEGGI ANCHE Soldati – 365 all’alba. Curiosità di un film cult sul servizio militare di leva

L’opera di Giuseppe Verdi “Ernani”

Ciò che è stato scritto più di 160 anni fa da Giuseppe Verdi in “Ernani” non è mai stato dimenticato. La commovente e romantica opera lirica ha ispirato generazioni di alpini, che l’hanno scelta come simbolo della lotta contro la tirannia spagnola. L’opera narra storia di Ernani, un montanaro ribelle che sfida le forze degli oppressori spagnoli. Dopo aver servito fedelmente il suo re, il Re Carlo Quinto, Ernani diventa vittima dell’ingratitudine del sovrano e fugge per unirsi a Ruy Gomez de Silva nella sua resistenza alla tirannia spagnola. Come simbolo del coraggio e della libertà che incarnava Ernani, gli alpini portano con orgoglio un cappello tondo con una penna appuntata sul lato.

LEGGI ANCHE Perché in Italia non ci sono più i guardiani nei fari

La persistenza di una tradizione culturale

La persistenza di una tradizione culturale è un grande patrimonio da custodire. La penna nera degli Alpini rappresenta un simbolo di resistenza e libertà, risalente all’opera lirica Ernani di Giuseppe Verdi. Oltre a commemorare questo classico della letteratura italiana, la penna ricorda anche i valori e le idee che hanno reso grandi le truppe alpine nel corso della storia. Un segno che ha resistito al passare del tempo perché rappresenta più di un secolo di gloria e onore militare. Per gli Alpini è davvero importante mantenere viva la memoria del proprio passato e preservarne la dignità come parte integrante della propria identità.

error: ll Contenuto è protetto