Pensioni, in aumento da ottobre. Ecco tutti gli importi

I pensionati riceveranno un aumento della pensione da ottobre. L’aumento non riguarderà tutti nello stesso modo, quindi, per evitare di deludere le aspettative, vi aiuteremo a calcolare la cifra esatta. Attenzione al calendario, perché questo mese inizia con un week-end e quindi molti ritireranno la pensione il lunedì successivo. Anche chi ha optato per l’accredito bancario riceverà la pensione in ritardo rispetto ai mesi scorsi.

LEGGI ANCHE

Cifre in aumento per la pensione di ottobre 2022: tutti gli importi

Dicevamo in apertura che ottobre sarà un mese più ricco per una larga fetta di pensionati, per i quali scatterà la rivalutazione anticipata, precedentemente programmata per l’inizio del 2023. L’assegno vedrà un aumento del 2% fino a fine anno, come stabilito dal decreto Aiuti bis per fare fronte all’inflazione galoppante e alla maxi stangata in arrivo per spesa e bollette.

Attenzione però. La rivalutazione delle pensioni anticipata,  spetta totalmente solo per gli assegni fino a 4 volte il trattamento minimo di 524,35 euro e riguarda solo chi percepisce redditi fino a 35 mila euro all’anno.

  • 100% della rivalutazione per gli assegni fino a 4 volte il trattamento minimo, cioè fino a 2.097 euro.
  • 90% della rivalutazione per gli assegni tra 4 e 5 volte il trattamento minimo, cioè fino a 2.621,75 euro.
  • 75% della rivalutazione per gli assegni oltre 5 volte il trattamento minimo, cioè oltre i 2.621,75 euro.

Di seguito alcuni esempi per capire l’entità dell’aumento.

  • Per chi percepisce 524,35 euro ammonterà a 10,487 euro.
  • Per chi percepisce 800 euro ammonterà a 16 euro.
  • Per chi percepisce 1.000 euro ammonterà a 20 euro.
  • Per chi percepisce 1.500 euro ammonterà a 30 euro.
  • Per chi percepisce 2.000 euro ammonterà a 40 euro.
  • Per chi percepisce 2.500 euro ammonterà a 50 euro.

error: ll Contenuto è protetto