OLTRAGGIO ALLA FOLGORE, BOLDRINI “MONTATURA FUORVIANTE DEI GIORNALI.” IL PROTOCOLLO PREVEDE GLI APPLAUSI?

Non si placa la polemica sul comportamento della presidente della Camera durante la parata militare per la Festa della Repubblica.  Una Festa sempre meno militaresca e più civile, con tanto di sindaci a sfilare.

In molti hanno notato la mancanza della coccarda Tricolore sull’abito della Presidente Boldrini e, soprattutto, il fatto che non abbia applaudito mentre sfilavano i paracadutisti della Folgore. Un particolare che non è passato inosservato ai presenti e a chi seguiva la parata da casa in quanto il momento è stato immortalato dalle telecamere. Quanto basta per sollevare la polemica. Sui social network da ieri si susseguono critiche e commenti. Le immagini incriminate del mancato applauso sono state condivise da migliaia di persone. C’è molta rabbia soprattutto tra i militari ma non solo. Tanti utilizzano la parola «vergogna». C’è chi sostiene che meglio non ricevere applausi che ricevere un plauso falso.

Un atteggiamento stigmatizzato immediatamente da altri politiici. Giorgia Meloni, leader di FdI, su Facebook, ha scritto: “Onore e rispetto per i nostri militari. I soldati della Folgore sono tra i migliori giovani della nostra Nazione. Chi ama l’Italia – ha aggiunto – non può che stimare il coraggio, l’impegno in missione in tutto il mondo e la devozione alla Patria di tutti i nostri ragazzi in divisa. Applausi per loro”

Le tante polemiche hanno spinto la terza carica dello Stato a chiarire la sua posizione:”Dal 2013, inizio della legislatura, ho sempre partecipato alla parata del 2 giugno per rendere omaggio a tutti i nostri militari”, ha precisato la Boldrini, “la montatura dei giornali di destra, strumentale e fuorviante, dimostra un’attenzione ossessiva nei miei confronti che è frutto del loro pregiudizio e che li porta a stravolgere completamente la realtà dei fatti. Sarebbe forse più utile che mettessero al centro del loro lavoro i veri problemi del Paese anziché interpretare i miei applausi”.

A fornire un ulteriore punto è la testata Congedati Folgore, che sottolinea un richiamo al protocollo militare“Sia il Presidente Nazionale generale di corpo d’armata Marco Bertolini, che il Vicepresidente Enrico Pollini generale di brigata, che ha sfilato sul VM insieme al Medagliere nazionale ANPDI, hanno risposto a chi gli chiedeva un commento: ci segnalano entrambi con alcuni interventi riportati da internet, che il comportamento formale da parte delle Autorità, quando sfilano davanti a loro la Bandiera di Guerra alzata ed un reparto il cui comandante ordina “attenti a” in segno di rispetto, è quello tenuto il 2 Giugno dalle cariche dello Stato e previsto dal protocollo.
Non sono tenuti ad applaudire nè fare cenni con le mani, ma devono tenere una posizione composta, con le mani lungo i fianchi, in segno di rispetto verso la Bandiera e verso chi sta sfilando rendendo gli onori alle autorità.
Segnaliamo che alcune immagini ci fanno vedere il Presidente del Consiglio Gentiloni, unico tra loro, che ha applaudito, affiancato dal presidente della Repubblica dai presidenti di Senato e Camera”.

Insomma un interrogativo rimane e non è certo la mancanza di applausi a fornire la risposta. Le alte cariche delle Istituzioni partecipano davvero con orgoglio e soddisfazione, come spesso scrivono nei messaggi rivolti alle Forze Armate, alle cerimonie e parate militari, o si tratta soltanto di un sentimento nazionale di facciata?

Leave a Reply