NON SI FERMANO ALL’ALT: PER SEMINARE I CARABINIERI LANCIANO DECINE DI CHIODI A 3 PUNTE, TRAFFICO IN TILT

(di Francesca Russi) – Otto minuti di inseguimento in via Giulio Petroni a
Bari. Per seminare l’auto dei carabinieri che aveva intimato loro l’alt i
fuggitivi hanno lanciato fuori dai finestrini decine di chiodi a tre punte.
Così sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

I chiodi hanno bucato le
gomme di diverse automobili che sono state costrette a fermarsi a centro strada
bloccando il traffico. Sono almeno 15 le auto rimaste in panne tra Carbonara e
Poggiofranco a causa dell’inseguimento di una vettura del nucleo radiomobile
dei carabinieri a una Lancia Delta nera.

Tutto è avvenuto intorno alle 10 del mattino in una fra le strade più
trafficate. La Lancia con i vetri oscurati non si è fermata all’alt dei
militari: alla vista del lampeggiante il conducente dell’auto ha accelerato e
ha cominciato a zigzagare tre le altre vetture proseguendo fra via
Tatarella e via Trisorio Liuzzi. Per fermare la gazzella dei militari che li
tallonava è partito il lancio di chiodi a tre punte. Una quindicina di
automobili ha forato e si è fermata per strada mandando in tilt il traffico. I
fuggitivi – forse pronti per una rapina, stando alle ipotesi degli
investigatori – hanno avuto la meglio. Sul posto sono intervenuti gli agenti
della polizia municipale per soccorrere le auto in panne e liberare il manto
stradale dai chiodi a tre punte.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!