NISTRI ELOGIA IL CARABINIERE AGGREDITO: “HA PENSATO ALL’INCOLUMITÀ DI VITTIME E AGGRESSORI”

Dopo il ministro della difesa, anche l’arma dei carabinieri, ho una breve nota, rimarca quanto accaduto ieri al carabiniere aggredito. “Un carabiniere impegnato in un servizio notturno a tutela della sicurezza dei cittadini è intervenuto in difesa di persone aggredite e impaurite. Colpito, ha riportato un trauma cranico giudicato guaribile in 7 giorni.

Sa di aver fatto solo il suo dovere. Ha estratto la pistola per tenere a distanza gli aggressori, ma ha fatto in modo di non sparare mantenendo fino all’ultimo, in condizioni molto difficili, il sangue freddo e la professionalità dovuti. L’Arma dei Carabinieri gli formula i migliori auguri di pronta guarigione.

“Un carabiniere aggredito a sua volta, per essere intervenuto in difesa di persone sottoposte a un pestaggio, ha evitato di sparare pensando non solo all’incolumità delle vittime, ma pure a quella dei suoi aggressori”. Così il Comandante generale Giovanni Nistri a Baghdad, in visita ai Carabinieri che in Iraq addestrano le forze di polizia locali, anche al rispetto dei diritti umani.” (Fonte Arma dei Carabinieri)