NAPOLI, DUE POLIZIOTTI PICCHIANO E INSULTANO UN RAGAZZO IN STRADA. IL QUESTORE APRE UN’INCHIESTA

Due poliziotti picchiano e insultano un ragazzo in strada. Tutto ripreso con il cellulare dal balcone di fronte. Il video diventa virale e la questura dirama un comunicato: “In riferimento al video diventato virale, in cui viene ripresa la scena di due agenti motocilisti della Questura di Napoli, che, attuando comportamenti sicuramente censurabili dal punto divista deontologico, appaiono percuotere un cittadino nel corso di un controllo di polizia, il Questore di Napoli assicura che saranno operati rigorosi accertamenti ai fini della valutazione di pertinenti responsabilità disciplinari ed eventualmente anche di carattere penale.

Il Questore di Napoli tiene ad evidenziare che comportamenti deontologicamente non corretti non possono offuscare la costante ed impegnativa attività di polizia che la stragrande maggioranza delle donne e degli uomini di quest’ufficio svolgono quotidianamente al servizio delle comunità locali”

Non mancano le polemiche sul web. Luca Abete, inviato di Striscia La Notizia, scrive sui social:”Mi hanno inviato questo video e sono sconcertato. Ignoro cosa sia accaduto prima e quindi le colpe di quel ragazzo, ma pugni, schiaffi, offese e sputi a una persona che non sembra neanche accennare una reazione mi sembrano inconcepibili. Chissà se sono cosi decisi e autoritari anche con criminali e camorristi? Anche in questo caso qualcuno non ha capito cosa vuol dire rispettare la divisa e i tanti colleghi che la onorano quotidianamente. Io sto dalla parte dei poliziotti… quelli veri! Son certo che il Questore si farà sentire!

Questa è un’immagine che, da altra angolatura, fa comprendere meglio quanto accaduto prima del video, con uno scooter “bloccato” dalla moto dell’agente, molto probabilmente al termine di un inseguimento

Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, si dice profondamente “amareggiato” e “dispiaciuto” per quanto immortalato in un video diffuso in rete e divenuto virale in poche ore nel quale si riprendono due poliziotti che, con atteggiamento violento, aggrediscono un giovane nel centro della città. “Quanto è stato ripreso è ingiustificabile, a prescindere dal profilo criminale o meno della persona che è stata fermata e comunque non arrestata.

De Iesu ha poi evidenziato “dispiacere” e “preoccupazione” per il pericolo che questo video “possa offuscare il lavoro di chi, senza proclami e in silenzio, lavora quotidianamente in questa città per stare al fianco dei cittadini”. “Quest’azione che non può essere giustificata in alcun modo – ha proseguito – non può compromettere il rapporto di fiducia che la polizia di Stato, soprattutto nell’ultimo anno, ha stretto con i napoletani.

Ci sono state brillanti azioni contro il crimine organizzato e, ad esempio, sono stati rintracciati tutti i responsabili delle ultime azioni perpetrate dalle cosiddette baby gang”. Il questore, che già nel pomeriggio aveva diffuso una nota sulla vicenda, ha assicurato che, nei confronti dei due agenti della sezione Nibbio, “saranno adottate sanzioni adeguate alla gravità di quanto accaduto”.