L’ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone è il nuovo Capo di Stato maggiore della Difesa

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi che davano per certa la sua nomina, anche grazie ad una norma ad hoc che superava il vincolo dell’età, ecco ieri sera 19 ottobre l’ufficialità.

Da numero uno della Marina Militare alla guida dello Stato Maggiore della Difesa: l’ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone è stato nominato ieri dal consiglio dei ministri nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa e raccoglierà il testimone del generale Enzo Vecciarelli. Ammiraglio, pilota e cintura nera di karate, Cavo Dragone diventa così il nuovo Capo di Smd.

Giuseppe Cavo Dragone, sposato con tre figli, la famiglia vive a Novi Ligure, è nato ad Arquata Scrivia il 28 febbraio 1957. Dopo il conseguimento della maturità classica al Doria di Novi Ligure, è entrato in Accademia Navale. Ha frequentato le scuole di volo della U.S. Navy in Florida e nel Texas.

Rientrato in Italia nel settembre 1981, è stato imbarcato come pilota di elicotteri AB-212 sul cacciatorpediniere Ardito in occasione dell’impiego delle Unità della Mmi nelle acque del LibanNel 1987 ha assunto il comando, nel grado di tenente di vascello, del cacciamine Milazzo con cui, dal settembre ’87 al marzo ’88, ha partecipato alla prima missione in Golfo Persico.

Tra il settembre 1991 e il settembre 1993 è stato il primo comandante del Gruppo Aerei Imbarcati. Ha frequentato anche la Scuola di Guerra (Istituto di Guerra Marittima) a Livorno e l’Istituto di Stato Maggiore Interforze a Roma.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!