ISIS: 87 ITALIANI COMBATTONO PER LO STATO ISLAMICO, 10 SONO RITORNATI IN PATRIA

(di Franco
Iacch) – Il numero dei combattenti stranieri in Iraq e Siria si è più che
raddoppiato in un anno, secondo quanto emerge da un nuovo studio della società Soufan
Group
, specializzata in servizi di intelligence.

Tra le
27 e le 31 mila persone, provenienti da almeno 86 paesi, hanno raggiunto la
Siria e l’Iraq per sposare la causa dello Stato Islamico.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

I combattenti
stranieri provenienti dall’Europa occidentale sono cinquemila: 3.700 provengono
da soli quattro paesi: Francia, Germania, Belgio e Regno Unito.

Gli
italiani che si sono diretti in Siria o in Iraq per combattere con lo Stato
islamico, il dato è aggiornato a novembre 2015, sono ufficialmente 87.
Sarebbero dieci, infine, gli italiani ritornati in patria dopo aver combattuto
sotto la bandiera del califfato.
Paragonando
i dati dello scorso anno, quando si presumeva una forza combattente straniera
di 12mila persone, appare evidente l’incremento. Il numero di coloro che si
uniscono all’Isis provenendo dalla Russia e dall’Asia centrale è aumentato del
300% rispetto al 2014.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

I
ricercatori hanno anche analizzato i quartieri con la più alta concentrazione
di combattenti stranieri, i cosiddetti “focolai di reclutamento”. Il
borgo Molenbeek di Bruxelles è ritenuto uno dei più alti centri di reclutamento
jihadista d’Europa.

[FONTE]

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!