Il mini sottomarino di ultima generazione che trasporterà i SEAL nelle prossime missioni

Il Dry Combat Submersible (DCS) è un mini-sottomarino completamente chiuso progettato per mantenere i SEAL al sicuro e al caldo mentre viaggiano verso i loro obiettivi. Il sottomarino da 30 tonnellate può trasportare fino a otto commando SEAL per 24 ore o più.

Questi piccoli mini-sottomarini sono diventati popolari durante la seconda guerra mondiale come mezzo per trasportare uomini rana per condurre missioni contro navi da guerra nemiche. I piccoli sottomarini vengono utilizzati anche per inviare piccole squadre di forze speciali navali verso obiettivi costieri, consentendo alle navi più grandi di stare al largo della costa e rimanere fuori dalla vista.

Sino ad oggi, il Comando delle operazioni speciali degli Stati Uniti (SOCOM) utilizza il veicolo per trasporto SEAL Mark IIIV . 

Il Mark VIII è un cosiddetto sommergibile “bagnato“, il che significa che sia i passeggeri che l’equipaggio devono indossare apparecchi di respirazione e mute mentre il sottomarino viaggia sott’acqua. La mancanza di uno scafo pressurizzato rende il design più semplice, ma la necessità di indossare indumenti protettivi può “stressare” l’equipaggio.

Il sottomarino DCS è stato invece progettato per superare i problemi di un sottomarino “bagnato”.

Il DCS è fondamentalmente un vero sottomarino in miniatura con uno scafo pressurizzato, batterie agli ioni di litio per l’alimentazione, un equipaggio di due persone e la capacità di trasportare otto SEAL completamente equipaggiati.

Sia i SEAL che l’equipaggio possono indossare abiti normali e respirare una riserva d’aria. Quindi, una volta che i SEALS raggiungono il loro obiettivo, possono cambiarsi in mute e attrezzature per la respirazione ed uscire in acqua attraverso una camera di blocco. Se il DCS è emerso, i passeggeri possono uscire da due boccaporti sulla parte superiore dello scafo.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!