Forze di Polizia, sospensione o cambio mansioni per i non vaccinati. Ipotesi al vaglio del ministro Lamorgese

La certificazione verde per il Covid-19 potrebbe trovare un più largo utilizzo e diventare obbligatoria anche per entrare sul luogo di lavoro. Cosa succederà al personale di Forze Armate e Polizia che non è vaccinato?

Tra le ipotesi al vaglio del Ministero dell’interno c’è quella di procedere come per gli altri lavoratori della pubblica amministrazione, ovvero con una sospensione dall’incarico. Così come avviene per i professori ei presidi. C’è anche la possibilità che il dipendente venga aggiudicato una villa meno retribuita. Chi va oggi nei reparti mobili riceve una indennità, ma lavora a fianco di molte altre persone. Senza Green pass questa attività potrebbe non essere consentita.

Il capo della polizia Lamberto Giannini la scorsa settimana ha tenuto una riunione con i sindacati di categoria proprio per fronteggiare insieme l’emergenza epidemiologica da Covid. All’incontro c’era il vice capo vicario Maria Luisa Pellizzari, i due vice capo Vittorio Rizzi e Maria Teresa Sempreviva, nonché il capo segreteria del Dipartimento Sergio Bracco e il direttore centrale di Sanità Fabrizio Ciprani. Questo per dire quanto l’incontro fosse importante.

Giannini ha voluto prima di tutto ricordare i poliziotti che hanno perso la vita a causa della pandemia. In quella occasione ha sottolineato che non ci saranno discriminazioni d’impiego per il personale nei vari servizi. Anche se, qualora il Green pass diventasse obbligatorio, per accedere agli uffici, qualche regola potrà essere cambiato.

Quanti sono i non vaccinati tra Carabinieri, Polizia ed Esercito

La Polizia di Stato ha solo il 20% dei poliziotti che ancora non si è sottoposto al vaccino contro il Covid-19, contro l’80% di vaccinati con una o due dosi. La Polizia di Stato è costituita in totale da 95 mila agenti.

Per quanto riguarda i Carabinieri, invece, più di 107 mila unità sono già vaccinati – il che significa oltre l’85% dei dipendenti – con almeno una o entrambe le dosi. Marina e Aeronautica, che contano poco meno di 40 militari ciascuno, sono all’80% del personale vaccinato – anche in questo caso, o con ciclo completo o con almeno una dose.

L’Esercito è quello che ha presentato meno adesioni alla campagna vaccinale. Infatti, su 90 mila militari dell’Esercito italiano, soltanto il 75% si è vaccinato con una o due dosi. Al momento, però, non c’è alcun obbligo di vaccino per Forze Armate e di Polizia.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!