Follia contro la polizia. Ago sulla maniglia per ferire gli agenti

“Atto vile e codardo” sono le affermazioni che il segretario generale provinciale di Milano della U.l.L. Sicurezza Alessandro Montunato proferisce in merito al gravissimo episodio avvenuto alle ore 05.30 del 02.08.2019 presso la Stazione di Milano Rogoredo, nota ormai da anni per il continuo passaggio di tossicodipendenti e sbandati che raggiungono con i treni o a piedi il famoso “boschetto della droga” a cielo aperto, allestito ad opera di criminali a pochi passi dall’impianto ferroviario e spesso teatro di gravi fatti di cronaca.

Dalle telecamere di videosorveglianza, infatti, viene immortalato un ragazzo che appoggia volontariamente e con il probabile intento di far del male, un ago sopra la maniglia dell’autovettura di servizio della polizia ferroviaria.

Le immagini parlano chiaro e denotano chiaramente la gravità, nonché la pericolosità del gesto; ed è solo per miracolo se nessuno dei poliziotti in servizio si sia ferito. Gli inquirenti stanno lavorando sodo per identificare il responsabie di tale atto criminale.

“Non oso neanche immaginare se qualche collega si fosse punto e se quell’ ago fosse stato infetto – ha
commentato Alessandro Montunato. Esprimo la mia piena solidarietà agli agenti che lavorano lì e chiedo che venga individuato presto un posto più idoneo e sicuro per lasciare le auto di servizio, dato che le telecamere non sembrano essere un deterrente sufficiente’.

Ma non solo. “Chiedo anche che più spesso ci sia una presenza congiunta con le altre forze dell’ ordine e che la Polfer di Rogoredo sia al più presto potenziata concretamente perchè – ha concluso Montunato – momento c’è una gravissima Carenza.