Elisabetta Trenta, da Ministro a Sottosegretario, sale l’ipotesi Viminale

Ipotesi che si fa campo e arriva dalla volontà di Di Maio che vorrebbe tenersi stretta la Trenta. La casella sarebbe al Viminale, come Sottosegretario agli Interni, per monitorare l’attività del Ministro Lamorgese che ha un lungo curriculum tecnico e politico e sarà sicuramente un’ottima interlocutrice col PD e Conte.

A Di Maio farebbe comodo piazzare una pedina agli Interni e la Trenta sarebbe disposta ad accettare per ampliare il suo curriculum nonostante sia stato proprio Di Maio, durante il totoMinistri, a scegliere la Difesa come incarico e silurare dunque la Trenta.

Il Presidente Conte potrebbe non accettare la proposta e mettere uno sgambetto nella trattativa poiché, con l’ex Ministro della Difesa di Velletri, ha il dente amaro.

C’è da considerare anche il fattore politico e ideologico che porterebbe la Trenta al Viminale per la sua posizione in materia di sbarchi e accoglienza.

Intanto alla Difesa si rafforza l’ipotesi di una riconferma per Tofalo, fondamentale per i 5Stelle sia per il trascorso specifico, sia per il suo dialogo con tutte le parti, mentre l’altra finestra, quella che occupava Volpi, potrebbe essere occupata da un candidato LeU per una espressa richiesta dell’ex Presidente del Senato Grasso.