ECCO I PRIMI TAGLI ALLA DIFESA: SI COMINCIA DAI GIORNALI

Il
Gabinetto del ministero della Difesa ha ridotto
del 50% le spese per l’acquisto di quotidiani ricorrendo alla formula degli
abbonamenti on-line.
Lo rende noto lo stesso ministero sottolineando che
“si tratta di un piccolo ma significativo dettaglio che contribuisce al
piu’ ampio processo di razionalizzazione dei costi della Difesa e si aggiunge
ad altri provvedimenti di contenimento della spesa del dicastero intrapresi da
tempo”.

Tra i
più recenti provvedimenti adottati, viene ricordato, “la riduzione del 20%
del personale degli Uffici di diretta collaborazione del ministro, la vendita
delle auto blu, l’avvio della dismissione di 385 caserme, la riduzione degli
alloggi di rappresentanza da 55 a 6, l’abrogazione del grado vertice delle armi e
dei corpi, l’abrogazione della promozione alla vigilia della cessazione dal
servizio, la direttiva per la riduzione dei consumi energetici”. Tutto
cio’, viene ancora sottolineato, “a dimostrazione che la Difesa e’
fortemente impegnata in un processo di riorganizzazione interna per rendere la
macchina piu’ efficace e garantire il proprio contributo al sistema
Paese”.