ECCO COSA PREVEDE IL “DECRETO DISTINTIVI” PER LE FORZE ARMATE E DI POLIZIA

Il 5 aprile  è stato pubblicato il decreto sui nuovi distintivi di grado nel Bollettino Ufficiale del personale del Ministero dell’interno, sul Giornale della Difesa e su quelli corrispondenti del Ministero dell’ economa e delle finanze e del Ministero della Giustizia. Il medesimo decreto è altresì pubblicato sul sito Ufficiale della Difesa, della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, del Corpo della guardia di finanza e del Corpo di polizia penitenziaria.

Queste le novità principali dei nuovi gradi delle Forze Armate, accolte con particolare soddisfazione dal Generale GrazianoCapo dello Stato Maggiore della Difesa. Graziano ha commentato con parole d’elogio nei confronti del riordino delle carriere, una riforma che è stata ispirata dalla necessità di valorizzare al meglio il ruolo delle Forze Armate e di Polizia, puntando su un miglioramento della professionalità e delle esperienze del personale non dirigente.

Nello spendere queste parole di elogio nei confronti del riordino delle carriere il Generale Graziano ha posto l’attenzione specialmente sui ruoli dei Graduati di Truppa, dei Sergenti, dei Brigadieri e dei Marescialli, ai quali la riforma dà la giusta valorizzazione dopo anni di silenzio da parte dell’amministrazione.

 

ECCO TUTTI I NUOVI DISTINTIVI DI GRADO