«Con la multa mi ci pulisco il cu**». Così il magistrato ha insultato la polizia

La magistrata della Procura di Torino Monica Supertino fa parlare di sé. Le forze dell’ordine l’hanno fermata nel quartiere di San Salvario: aveva superato una colonna di macchine ferme al semaforo, invadendo la corsia opposta. La manovra non è sfuggita ad una volante della polizia che si trovava in zona e che ha prontamente bloccato la donna al volante. Evidentemente seccata per essere stata beccata sul fatto, si è rivolta così agli ufficiali che le hanno comminato la sanzione amministrativa: “Io con il bollettino postale mi ci pulisco il cu**”. Epiteti che sono stati naturalmente inserita nel verbale, assieme alla contravvenzione e alla sospensione della patente. A scriverlo è La Stampa.

I ‘precedenti’ di Monica Supertino

Non è la prima volta che Monica Supertino, assegnata al gruppo fasce deboli della procura torinese, mette in imbarazzo la categoria dei giudici. Salutista, appassionata di ricette e diete, la pm aveva fatto parlare di sé già alcuni anni quando si era improvvisata youtuber. In quel caso la Supertino aveva caricato un filmato in cui decantava il cosiddetto ‘metodo Supertino’, cioè il suo: “È un percorso di benessere che vi porterà nel giro di poco tempo a ottenere un duplice obiettivo: nutrirvi di cibi ad alto contenuto sensoriale e allo stesso tempo avere un fisico magro, statuario, pietroso”.   I suoi contributi in video, seppur brevi, con i consigli nutrizionali, non erano passati inosservati. E la Procura di Torino era intervenuta con un richiamo, con la Supertino costretta a cancellare il proprio canale YouTube. Ora, appunto, è arrivata la nuova grana degli insulti alla polizia. La differenza è che la giudice, per questa bravata, rischia di rimetterci il posto.

Commenti Facebook

Leave a Reply

error: Content is protected !!